CHI SIAMO

Le origini della Cooperativa "Giustizia" risalgono al 1964, anno in cui essa venne costituita, il giorno 8 del mese di agosto, da nove Soci fondatori, che erano i Sigg.:

BLOGNA Antonino di Antonino;
GALATI CASMIRO Salvatore;
SANNA Salvatore;
AMATA Biagio fu Giuseppe;
DI VITA Basilio;
AMATA Salvatore di Benedetto;
TOMASI MORGANO Salvatore;
LA FARINA Cesare;
ODDO Antonino.

I suddetti versarono una quota pari a 1.000 lire ciascuno quale capitale sociale necessario per la costituzione della cooperativa, il cui scopo era quello di acquisire in locazione dei terreni, gran parte dei quali ricadenti in zone già allora gestite dall'Azienda Forestale, ad uso pascolo, in quanto i predetti erano tutti allevatori di bestiame. Il primo Presidente della cooperativa fu il Sig. BLOGNA Antonino. Nell'anno di esercizio 1967/68 il numero dei Soci era già salito a 38, ed il Presidente del C.d.A. era allora il Sig. RUSSO FEMMINELLA Biagio. Nell'anno 1975 il Sig. MICALE Cono, proprietario dell'area boschiva ricadente nelle contrade Bruttaccari, Tavastro, Cattiva Tambullano, Faitella, Radicazza e Fontanazze, mise in vendita tale area, avente un'estensione di 304 ettari. Il C.d.A. del tempo era interessato all'acquisto dell'area, in quanto quasi tutta ricadente nel territorio del Comune di Militello Rosmarino e soltanto in piccola parte in quello di Sant'Agata Militello; si trattava dunque dell'unica zona limitrofa al paese da poter utilizzare come pascolo. Pertanto, al fine di raggiungere il capitale necessario per l'acquisto, il C.d.A., con Presidente il Sig. LIPARI Ciro, diede la possibilità ad altri allevatori di poter diventare Soci; ciò venne attuato tramite un prestito, nella misura di 937.000 lire cadauno, concesso dagli aspiranti nuovi Soci alla cooperativa. Tale prestito sarebbe successivamente stato restituito negli anni a venire. Così, il giorno 21 marzo del 1975 la cooperativa "Giustizia", che avrebbe così raggiunto, poco tempo dopo, il numero di 129 Soci, venne ad essere proprietaria di un'area boschiva e in parte seminativa di 304 ettari. Da quel momento in avanti, la storia della cooperativa non presenta fatti di rilievo fino all'anno 1995. In quell'anno, infatti, la cooperativa, durante la presidenza del Sig. LIPARI Biagio, fu messa in liquidazione coatta amministrativa dall'Assessorato Regionale alla cooperazione, per non aver presentato il bilancio per due anni consecutivi. Venne nominato un Commissario Liquidatore, nella persona della Rag. DI BELLA Laura, con sede a Milazzo (ME). La cooperativa rimase pertanto inattiva fino all'anno 2001, senza che i Soci fossero stati messi al corrente dell'accaduto. In quell'anno fu la Rag. Di Bella ad informarli, a mezzo lettere raccomandate, dando comunque loro la possibilità di presentare una proposta di concordato per la reiscrizione della cooperativa presso l'Assessorato Regionale alla cooperazione. Il Socio BARBAGIOVANNI Illuminato, venuto anche lui, come gli altri, soltanto allora a conoscenza di quanto accaduto, inviò all'Assessorato Regionale alla cooperazione una raccomandata, nella quale faceva presente che la cooperativa non poteva essere messa in liquidazione in quanto proprietaria, e non locataria, dei terreni di propria pertinenza. Nell'anno 2003, i Soci tutti, riunitisi, presentarono la suddetta proposta di concordato, la quale venne accettata; così la cooperativa venne reiscritta al registro delle Imprese, con effetto retroattivo, a far data dal 19 febbraio 1996. Dal 2003 in poi la cooperativa riprese la propria attività, che consistè inizialmente nella recinzione e nella sistemazione del deflusso delle acque di tutti i terreni di proprietà della stessa, a fini di allevamento bestiame, e successivamente anche nell'affidamento di lavori di rimboschimento alla Ditta FRANCHINA Marcello di San Salvatore di Fitalia (ME). Nell'anno 2013, con la presidenza del Socio MIRAGLIA FAGIANO Giuseppina, la cooperativa ha presentato un Progetto nell'ambito del PSR Sicilia 2007/2013, misura 227, per la realizzazione di aree attrezzate per pic-nic all'interno dei propri terreni. I lavori sono stati ultimati nella primavera dell'anno 2016.